Share:
invest xl investment mobile

Cushman & Wakefield: Un mercato resiliente e più attento

Raffaella Pinto • 10/7/2020

Nel terzo trimestre dell’anno sono stati investiti nell’immobiliare italiano circa €2 miliardi, portando il volume dei primi nove mesi a €6 miliardi. Ciò è quanto emerge dai dati preliminari di Cushman & Wakefield (NYSE: CWK), una delle principali società globali di servizi immobiliari. Il volume dei primi nove mesi registra una contrazione del 20% rispetto allo stesso periodo del 2019, anno record per l’immobiliare italiano, ma è in linea con i volumi del 2018.

Il settore degli uffici ha attratto poco meno del 50% dei volumi totali, confermandosi tre le asset class più resilienti e registrando un incremento del 10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La logistica, con quasi un miliardo di Euro, ha raddoppiato il volume rispetto allo scorso anno e si prepara a chiudere il 2020 su livelli record. La forte competizione tra investitori e il livello di offerta ancora insufficiente a soddisfare la domanda hanno contribuito ad un’ulteriore compressione dei rendimenti prime, sotto la soglia del 5%. 

“Il mercato ha reagito meglio di quanto previsto all’inizio di questa pandemia, e i numeri lo confermano. Esiste ancora un’abbondante liquidità ed un contesto generale di tassi bassi che rendono l’immobiliare un settore appetibile per chi cerca rendimenti”, ha dichiarato Carlo Vanini, Responsabile della divisione Capital Markets in Italia per Cushman & Wakefield. “L’incertezza comunque permane e questo porta gli investitori, da un lato, a strategie di investimento più difensive che hanno premiato operazioni core / core + nel settori uffici e logistica e, dall’altro, alla ricerca di una maggiore diversificazione che sta spingendo i volumi degli investimenti in asset class alternative favorendo la nascita del settore residenziale come asset class immobiliare “istituzionale”: tra sviluppi e costruito, includendo anche lo student-housing, gli investimenti stimati nel living nei primi nove mesi rappresentano oltre il 5% del totale”. 

L’hospitality ed il retail, insieme, hanno rappresentato circa €1.8 miliardi del volume totale, una forte contrazione rispetto allo scorso anno, pagando maggiormente l’incertezza generata dalla crisi sanitaria e le difficoltà incontrate da consumatori e turisti come conseguenza del lockdown durato tre mesi. “Vediamo che gli investitori hanno atteggiamenti differenti relativamente a hospitality e retail ”, conclude Carlo Vanini,  “sull’hospitality l’interesse rimane forte, pur se da una prospettiva più opportunistica, in quanto il sentiment per il futuro è positivo; sul retail la visione è più prudente ma l’interesse continua ad esserci, pur rimanendo legato al futuro andamento dei fondamentali del settore, fondamentale per poter prendere una visione più precisa".


Notizie correlati

Aerial image of the office building Via Colombo 80, Rome
Deka Immobilien Acquisition in Rome, Via Colombo 80

Cushman & Wakefield’s Italian Capital Market Team has successfully advised Deka Immobilien GmbH in the sourcing and acquisition of Via Colombo 80, an outstanding office building located in a dynamic area in Rome’s Greater EUR submarket.  

Sven Ole Sommer • 11/18/2020

Global office outlook card
2020 Global Office Impact Study

Secondo questa nuova analisi, la ripresa del settore uffici sarà lenta, ma si recupereranno pienamente i livelli pre-crisi nonostante il trend crescente del lavoro da casa (e/o da remoto).

Raffaella Pinto • 9/24/2020

via del Babuino
Cushman & Wakefield finalizza con successo la vendita di un prime asset nel cuore di Roma

Cushman & Wakefield finalizza con successo la vendita di un prime asset nel cuore di Roma
Un altro segnale incoraggiante dal settore retail: un nuovo investitore straniero entra nel mercato romano attraverso un investimento nel settore retail high street.

Raffaella Pinto • 7/8/2020

Gli Articoli in evidenza

couple with face masks on Milan street
Insights • Economy

COVID-19 Impacts on Italy Real Estate

A brief weekly update on the impacts of COVID-19 pandemic on commercial real estate in Italy.
Carlo Vanini • 11/25/2020
Piazza Venezia, Rome, Italy
MarketBeat

Italy MarketBeat

Cushman & Wakefield MarketBeat reports analyse quarterly Italy commercial property activity across office, retail and industrial real estate sectors including supply, demand and pricing trends at the market and submarket levels.
Claudia Buccini • 10/30/2020
CW ITALIAN RE OVERVIEW H1 2020
Insights

Italian Real Estate Overview H1 2020

We will continue to navigate through “unchartered waters” at least until the beginning of 2024, when 2019 GDP level should be recovered. In Italy the real economy will be hard hit and estimate for 2020 GDP reflects a contraction of more than 9% with the anticipated impact on the labor market still difficult to assess.
Raffaella Pinto • 7/31/2020

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Se desideri scoprire di più sulle nostre competenze specifiche o su come possiamo lavorare con la tua azienda, contatta un membro del nostro team. Saremo lieti di parlare con te.